Fantascienza VS Scienza

Future needs stories

Data
06 aprile
Location
Corso Venezia 11, Milano

Future needs stories: Fantascienza vs Scienza

Scientific partner:


L'Intelligenza Artificiale come presente e la fantascienza come prefigurazione del futuro?
Sul palco di Audi City Lab 2017 la realtà si è avvicinata sempre di più ai modelli letterari e cinematografici che hanno provato a pre-iconizzarla.

Gli scrittori di fantascienza più arditi sono spesso proprio scienziati, fisici teorici e ingegneri, capaci di intuire e immaginare ipotesi fantascientifiche prima di averle verificate e portate in vita.
Sotto la moderazione della Presidente RAI Monica Maggioni è stato dato spazio a Philippe Daverio, uno dei più grandi umanisti italiani.

Il dibattito ha continuato ad accendersi con designer di fama internazionale che hanno dibattuto su come domotica, internet of things e intelligenza artificiale applicata ai modelli abitativi stiano creando un nuovo design nella nostra interazione con gli oggetti e gli spazi.
Ma è l’arte ad avere, più di ogni altra disciplina, il compito di restituirci le emozioni positive e negative connesse a questi mutamenti epocali in corso. Con Andrea Lissoni (Senior Curator International Art (Film) Tate Modern), uno dei massimi esperti di video arte internazionale, abbiamo parlato degli artisti che hanno posto al centro della propria ricerca il tema dell’interazione uomo/macchina, sviscerandone le implicazioni.
Una di queste è certamente il mondo del lavoro: siamo nel pieno di una nuova rivoluzione industriale in cui le macchine sostituiscono, o sostituiranno, gli uomini nei lavori più faticosi e ripetitivi e diventano un formidabile alleato per la competitività e l’internazionalizzazione. Ne abbiamo parlato con Diego Zucca di Cisco Italy, con cui abbiamo analizzato come il modello di industry 4.0 migliorerà la produttività e la competitività.
Successivamente, Eran Shlomo ci ha fornito un esempio concreto di industria del futuro: dal punto di vista privilegiato di Intel ci ha raccontato come una grande azienda si adatta e si trasforma in base al contesto.


Sono intervenuti:


- Italo Rota (Architect)

- Andrea Lissoni (Senior Curator International Art (Film) Tate Modern London)

- Diego Zucca (Alliance Manager e DC Partner Sales, Cisco Italia - Green Ambassador di Cisco Italia)

- Eran Shlomo (IoT Compute and Machine Learning Expert at INTEL Perceptual Compute Group)

- Umberto Contarello (Screenwriter of "The Young Pope” and the Oscar Winning Movie "La Grande Bellezza")


Monica Maggioni (Journalist), in collaborazione con Timothy O'Connell (H-Farm - Partner & Accelerator Director), ha moderato il dibattito tra:

- Philippe Daverio (Storico dell'arte)

- Maurizio Melis (Radio 24 Speaker)

Monica Maggioni

Per molti anni inviata di punta del Tg1 all’estero, Monica Maggioni ha diretto il canale Rainews 24 e Televideo fino al 2013 ottenendo grandi successi in termini di ascolti e confermandone la leadership nel settore “all news”. Dal 2015 è vicepresidente dell'Unione Europea di Radiodiffusione e, dall’agosto dello stesso anno, ricopre la carica di presidente della Rai.

Timothy O’Connell

Manager responsabile dei programmi di accelerazione di H-Farm, incubatore di start up nato nell’operoso Nordest, Timothy O’Connell da più di 20 anni si occupa di gestire l’innovazione delle aziende a livello internazionale.

Una personalità eclettica e vivace dai molteplici interessi, che lo portano ad essere anche presidente del maggior e-commerce europeo di vini italiani e, al contempo, membro del CdA della più grande realtà nel settore del crowdsourcing creativo.

Andrea Lissoni

Dal 2014 Andrea Lissoni ricopre l’importante ruolo di senior curator of Film and International Art alla Tate Modern di Londra, responsabile, per conto del museo d’arte moderna più visitato al mondo, della strategia di programma per il cinema, le installazioni e i suoni in generale. Da sempre appassionato di tutte le forme visive e percettive in cui l’arte si esprime, a partire dal 2016 Lissoni si occupa dell’attuazione del programma per film e performance artistica dal vivo negli spazi sotterranei, i Tanks, della Tate Modern.

Diego Zucca

In Cisco Italia dal 1996 dove ricopre il ruolo di Alliance Manager e DC Partner Sales, Diego Zucca si è laureato in ingegneria elettronica con specializzazione in reti di telecomunicazioni e telematica presso il Politecnico di Milano, oggi guida le attività e le iniziative per le architetture di Data Center, elemento determinante per le aziende nel percorso di digitalizzazione del business.
Dal 2012 è anche Green Ambassador per Cisco Italia, per la quale coordina e promuove attività e campagne locali legate alla sostenibilità ambientale.

Italo Rota

L’architetto Italo Rota, dopo una carriera di grande prestigio in Italia e all’estero, in particolare in Francia, dove ha curato la ristrutturazione di edifici e spazi di alto valore storico, tra i quali spiccano il Musée d’Orsay e il Museo d'Arte Moderna al Centre Pompidou, è oggi direttore scientifico della NABA di Milano e di Domus Academy. Appassionato ricercatore nel campo delle tecnologie più avanzate a servizio di una nuova concezione dell’abitare, ha dedicato a questo tema il progetto che ha curato per Samsung, intitolato “Life/Installed - la casa del Futuro”.

Eran Shlomo

Imprenditore, Senior tech leader, sviluppatore completo ed esperto di tecnologia, Eran Shlomo ha una profonda, rara ed ampia esperienza che spazia dal livello base della logica Hardware verso il sistema operativo, i driver, il cloud, gli analytics, la scienza dei dati e l’apprendimento automatico. Dal 2010 ha iniziato a spostare la sua attenzione professionale verso i Big Data e Analitycs con particolare attenzione alla IoT (Internet of Things). Negli ultimi anni la sua attenzione si è concentrata sui sistema di debug e di sicurezza, prevalentemente focalizzata su tecnologie Intel, per cui svolge il ruolo di IOT Compute and Machine Learning Expert.

Philippe Daverio

Docente ordinario emerito alla facoltà di Architettura presso l'Università degli Studi di Palermo, Philippe Daverio è una personalità di grande spicco nel panorama artistico e culturale italiano, e ricopre ruoli di grande rilevanza in numerosissime istituzioni e fondazioni in entrambi gli ambiti. Autore e conduttore di programmi molto noti incentrati sul patrimonio di arte e cultura del nostro paese, è anche uno scrittore di notevole levatura ed ha pubblicato con Rizzoli numerosi saggi e bestseller. 

Maurizio Melis

La voce della trasmissione “Smart City, Voci e Luoghi dell'Innovazione” su Radio 24 – Il sole 24 Ore è la sua: Maurizio Melis, conduttore radiofonico e divulgatore di scienza e tecnologia in attività di convegni e formazione. Collabora da sempre, in veste di autore, con programmi televisivi e radiofonici di grande successo, improntati ai temi dell’energia e della green economy e le strette connessioni che questi hanno con l’innovazione e la tecnologia digitale.

Umberto Contarello

Laureato in Filosofia e scrittore, Umberto Contarello è uno tra i più affermati sceneggiatori italiani di sempre. Collaboratore di grandi registi, tra i quali Carlo Mazzacurati, Paolo Sorrentino, Gianni Amelio e Gabriele Salvatores, nella stesura di alcuni tra i più bei film degli ultimi decenni, Contarello è stato vincitore di un David di Donatello per “This must be the place” e di un Oscar al miglior film straniero nel 2014 con “La grande bellezza” entrambi scritti insieme al regista Paolo Sorrentino. Da sempre coinvolto anche nella scrittura di alcune tra le serie italiane più famose (La Piovra, L’ispettore Coliandro), Contarello è stato recentemente impegnato nella sceneggiatura del film tv prodotto da Sky “The young Pope”, sempre con Sorrentino.

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono