23 - 24 settembre

Vallelunga

Data
23 settembre
Location
Vallelunga
23 - 24 settembre

A Vallelunga Audi Sport Italia passa dalla delusione al podio nel giro di poche ore.

 

• Terzo secondo posto nel tricolore GT 2017 per Benoit Tréluyer e Vittorio Ghirelli
• La rimonta nella gara di domenica riscatta la gara conclusa in anticipo sabato

Campagnano di Roma (RM) - A meno di ventiquattro ore dalla delusione di ieri, oggi Vallelunga ha offerto a piloti e team dei quattro anelli l'occasione di un pronto riscatto e gli uni e gli altri non se la sono fatta sfuggire. Partiti in quinta posizione sulla griglia della terz'ultima corsa della stagione del GT Italiano, Benoit Tréluyer e Vittorio Ghirelli sono risaliti fino al secondo posto finale, concludendo a soli 2"3 dai vincitori di oggi Frassineti-Beretta.

Il sabato del duo franco-italiano era terminato in anticipo con un'uscita al Curvone, e proprio il francese pilota ufficiale Audi (che era a bordo al momento della disavventura) prendendo il via ha subito tirato un sospiro di sollievo rendendosi conto che la R8 LMS era stata rimessa in perfetto ordine di marcia dallo staff di Emilio Radaelli. Pertanto il tre volte vincitore di Le Mans ha potuto cercare per tutto il suo turno di guida di insidiare la quarta posizione della Ferrari di Gai-Venturi (vincitrice il giorno precedente) senza però riuscire a prevalere.

Ripartito alle spalle della Ferrari di Gai-Rugolo e la Lamborghini di Agostini-Zampieri, Benoit Tréluyer infilava consecutivamente i tre giri più veloci della gara e, al ventesimo passaggio, li seguiva di un solo secondo. Approfittando del duello in corso tra i due bolidi al comando, la R8 LMS riusciva a superare entrambi tra il 21° ed il 22° giro, preoccupandosi poi solo di gestire il resto della gara SGT3 Pro fino al traguardo, che tagliava al primo posto.

Tréluyer rientrava al box al sedicesimo passaggio per lasciare il volante a un Ghirelli in forma smagliante che non si lasciava intidimire dal tentativo di rimonta della Lamborghini di Zampieri-Giammaria, che puntavano alla terza posizione dell'ex-formulista Audi. Ma nella gara di casa, davanti ad amici e familiari, Ghirelli era determinato a non cedere di un millimetro: con una buona ragione in più dal 23.imo giro in poi, perché con la Ferrari leader della corsa con Malucelli e Cheever costretta al ritiro Ghirelli saliva in seconda posizione. Una breve fase di safety-car compattava il gruppo di vetture del GT tricolore e Ghirelli, con la R8 LMS tornata performante così come lo era stata il venerdì anziché difficile come era stata il sabato, accarezzava l'idea di attaccare negli ultimi quattro giri con bandiera verde la Lamborghini al comando. La presenza di un doppiato preso a sandwich tra la Huracan e l'Audi gli faceva però perdere quei decimi con cui sfumava la speranza di una volata finale. Per Ghirelli e Tréluyer si tratta comunque della seconda visita al podio nelle ultime tre corse disputate, a conferma del loro eccellente stato di forma in questa fase finale del campionato italiano GT.

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono