Audi Winter Season

Le esclusive località selezionate da Audi.
Panorami da sogno e piste da brivido, attitudine sportiva e cultura del relax. Anche quest’anno Audi trasforma le tappe dell’Audi FIS Ski World Cup nei palcoscenici ideali per mettere in luce l' eccellenza delle vetture della Casa dei quattro anelli. Le migliori location invernali d’Italia vi aspettano per ammirare avvincenti competizioni agonistiche e vivere esperienze esclusive.

In occasione della Coppa del Mondo di Sci Alpino, Audi vi invita ad immergervi tra le maestose cime del nostro territorio dolomitico, ricco di curve mozzafiato e discese emozionanti, a bordo dei modelli della gamma Audi.

Gli spettacolari scenari di Madonna di CampiglioCortina d’AmpezzoAlta BadiaVal GardenaPlan de CoronesBormio faranno da sfondo ad un esclusivo test drive, che vi permetterà di testare la trazione integrale quattro delle vetture della Casa di Ingolstadt, in completa armonia con l’ambiente circostante.

Scegli la tua Audi Driving Experience

Audi FIS Ski World CupMoltiplicate ogni avventura per quattro.

In occasione della Coppa del Mondo di Sci Alpino, Audi vi invita ad immergervi tra le maestose cime del nostro territorio dolomitico, ricco di curve mozzafiato e discese emozionanti, a bordo dei modelli della gamma Audi. Gli spettacolari scenari di Alta Badia, Madonna di Campiglio, Cortina d’Ampezzo, Bormio, Plan de Corones e Val Gardena faranno da sfondo ad un esclusivo test drive, che vi permetterà di testare la trazione integrale quattro delle vetture della Casa di Ingolstadt, in completa armonia con l’ambiente circostante.

Audi driving experiencePerché dominare la natura quando puoi farne parte?

Audi propone un’incredibile esperienza di guida a contatto con la natura nella splendida cornice di Madonna di Campiglio, Cortina d’Ampezzo e Alta Badia. Potrete scoprire il futuro della mobilità secondo Audi: elettrica, sicura, sostenibile. Nelle località alpine più spettacolari d’Italia potrete inoltre mettere alla prova il dinamismo, la precisione e il controllo della trazione integrale quattro attraverso test drive tradizionali on road e su neve a bordo delle vetture più evolute della Casa dei quattro anelli.

Dalle radici, si arriva in cima.

Federico Pellegrino vince la Sprint di Coppa del Mondo di sci di fondo dove tutto è iniziato: nella sua Valle d’Aosta. Dietro di lui Francesco De Fabiani conquista il secondo posto regalando all’Italia una standing ovation memorabile. Azzurra anche la vittoria di Dorothea Wierer e Lukas Hofer nella Single Mixed di biathlon. Tre performance che hanno in comune gli stessi valori vincenti della trazione quattro: precisione, potenza e controllo.

Nove centesimi valgono un anno d’oro.

Non è solo un anno speciale, è la sua stagione migliore: dopo gli strepitosi e storici successi di Bormio e Kitzbühel, Dominik Paris conquista il primo oro ai Mondiali di sci alpino ad Are in super G, dopo una gara emozionante e tiratissima. Una performance leggendaria, fatta di precisione, potenza e massimo controllo.

L'attesa è finita.

Ci sono performance attese da generazioni. Come quella della ventitreenne Sandra Robatscher, che ieri, a distanza di più di vent’anni dall’ultimo successo femminile azzurro, si è aggiudicata la vittoria nella Coppa del Mondo di slittino artificiale. È la quinta italiana di sempre a riuscire nell’impresa, grazie a una prestazione storica fatta di potenza, precisione e massimo controllo. Una vittoria nel segno dei valori della trazione quattro.

L'alta quota si tinge di rosa.

Traguardi spettacolari per le azzurre. Dorothea Wierer ha vinto nella 10 km a inseguimento di biathlon, condividendo il successo con Lisa Vittozzi, terza classificata. Nello stesso weekend, Sofia Goggia è arrivata due volte sul podio nel SuperG e in discesa a Garmisch, rientrando così da campionessa dopo l'infortunio. Risultati eccezionali, ottenuti con potenza, controllo e precisione: i valori inconfondibili della trazione quattro.

quattro vuol dire leggenda.

Dominik Paris stupisce ancora, conquistando la vittoria nella Discesa Libera di Kitzbühel e portando a quattro i trionfi ottenuti sulla leggendaria pista Streif. Potenza, precisione e controllo hanno permesso all’azzurro di firmare queste incredibili performance: i valori della trazione quattro incoronano un nuovo re.

Primi passi da gigante.

Gli azzurri continuano a stupire. A Rogla, Edwin Coratti trionfa ottenendo la sua prima vittoria in carriera nel gigante parallelo di snowboard. Un successo sofferto, che arriva in finale, battendo il compagno di squadra più giovane Daniele Bagozza, atleta ventitreenne al suo primo podio. Uno straordinario risultato per loro, l’ennesimo per lo snowboard italiano che così arriva a ben otto podi, con otto atleti diversi. Prestazioni non a caso perfette: fatte di precisione, potenza e controllo. Come trazione quattro insegna.

Buona la prima.

Arriva subito la prima vittoria azzurra del 2019. Nella sprint di Oberhof, Lisa Vittozzi ottiene il suo primo successo in carriera e diventa la terza azzurra nella storia del biathlon a salire sul gradino più alto del podio. Una grande prestazione, dove la ventitreenne dimostra potenza, precisione e controllo sugli sci, ma anche al poligono, esaltando con una grande vittoria i valori della trazione quattro.

Doppio con ghiaccio.

Trionfo tutto azzurro a Bormio, dove Dominik Paris e Christof Innerhofer si aggiudicano primo e secondo posto nella gara di discesa libera, su una pista ghiacciata e difficilissima. Un'interpretazione della Stelvio coraggiosa, eseguita con potenza, precisione e controllo: i valori della trazione quattro portano ancora una volta alla vittoria.

Curva ascendente.

Primo per la prima volta, a 32 anni. Emanuel Perathoner firma la gara perfetta nella finale di Snowboard Cross, conquistando a Cervinia una vittoria sorprendente con una performance impeccabile. Potenza, precisione e controllo: i valori della trazione quattro trionfano anche in questo finale d’anno.

Solo azzurro ad alta quota.

Capolavoro Italia:

Vittozzi, Runggaldier, Wierer e Sanfilippo portano a casa la vittoria nella staffetta di biathlon di Hochfilzen
Roland Fischnaller vince il gigante parallelo di Cortina
Nadya Ochner ottiene il primo posto nella Coppa del Mondo di parallelo a Carezza
Dorothea Wierer trionfa nella sprint di Hochfi lzen.

Successi meritatissimi: perché, come insegnano i valori della trazione quattro, con potenza, precisione e controllo le vittorie non arrivano mai per caso.

La Norvegia ha un nuovo re.

Prima finale, prima vittoria. Federico Pellegrino regala all'Italia un successo inedito nello Sprint a tecnica libera di Coppa del Mondo disputata a Lillehammer, in Norvegia. E lo fa con una gara perfetta, una sintesi di costanza e tattica coronata da un irresistibile crescendo nel finale. Perché, come insegnano i valori della trazione integrale quattro, con potenza, precisione e controllo nessuna impresa è impossibile.

Un inizio da gigante.

Grande avvio di stagione per i nostri campioni, con la vittoria di Federica Brignone nel gigante di Killington (Usa) e il secondo e terzo posto di Christof Innerhofer e Dominik Paris nella discesa canadese di Lake Louise. Perché con potenza, precisione e controllo nessuna impresa è impossibile.

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione). La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito. Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy o utilizzando il link “Cookie Policy” in fondo alla pagina.